Esposizioni e mostre

Stampa questa paginaVersione PDF
2019

Dalle cinquecentine alle online resources. Il 27 settembre 2019 partecipazione con uno stand all'iniziativa BRIGHT 2019 - La notte dei ricercatori, presso Logge di Banchi, Pisa.

 

Lettere e scienze nelle Cinquecentine e nei libri di pregio della Biblioteca: in ricordo di Piero Floriani. Mostra bibliografica in occasione del XXIII Congresso dell'Associazione degli Italianisti, dal 12 settembre al 18 ottobre 2019, presso Biblioteca di Lingue e Letterature moderne, Palazzo Matteucci, piazza Torricelli, 2 - Pisa

2018

Dalle cinquecentine alle online resources. Il 28 ottobre 2018, presso Logge di Banchi, Pisa, esposizione di due cinquecentine di pregio, poster, proiezione video, presentazioni guidate delle risorse elettroniche, distribuzione di opuscoli informativi, in occasione di BRIGHT 2018 - La notte dei ricercatori.


2017

Anatomia. Realtà e rappresentazione. Mostra al Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi, Pisa dal 20 maggio al 1 ottobre 2017. Ideata come corollario alle celebrazioni per il bicentenario della morte di Paolo Mascagni (1755-1815), la mostra propone un percorso attraverso la storia della ricerca e della pratica anatomica nelle sue molteplici modalità rappresentative. Il Sistema Bibliotecario d'Ateneo partecipa con una selezione di tavole, libri e disegni che documentano i percorsi dell’illustrazione anatomica.

 

I monumenti dell’Egitto e della Nubia: esposizione dei volumi di Ippolito Rosellini presso la  Biblioteca di Antichistica il 5 e 6 giugno 2017. In occasione del convegno “Egitto e Vicino Oriente antichi: tra passato e futuro”,  si mostra la rara opera di Ippolito Rosellini I monumenti dell’Egitto e della Nubia, Pisa: Niccolò Capurro coi caratteri nuovi di Didot, 1832-1844.
Affianco, per gli opportuni confronti, la Description de l'Égypte, ou Recueil des observations et des recherches qui ont été faites en Égypte pendant l'expédition de l'armée française, Paris: Imprimerie de C.L.F. Panckoucke, 1821-1830. Quest'ultima presenta illustrazioni topografiche e architettoniche, mentre l’opera di Rosellini contiene la copia di scene e iscrizioni con la loro traduzione e interpretazione.
 

 








Hai bisogno di aiuto? Chiedi in biblioteca