Fondi speciali e antichi

Libri antichi

Staff: Cinzia Romagnoli
Email: cinzia.romagnoli@sba.unipi.it

La Biblioteca di Lingue e letterature moderne 1 è ricca di materiale antico, pervenuto per acquisto o per donazione: i primi sono collocati nel Fondo RARI della rispettiva sezione, i secondi sono all’interno del Fondo donato alla Biblioteca (es. il Fondo Busnelli e il Fondo Malagoli di Italiano di Lettere).

E’ in atto un lavoro di recupero e valorizzazione del patrimonio antico che ha visto la pubblicazione dei seguenti volumi curati da Cinzia Romagnoli:

- I manoscritti del Fondo Malagoli: le cronache di Novellara e il Chronicon di Angelo Clareno, Pisa, Plus, 2010

- Le Cinquecentine della  Biblioteca di Lingue e Letterature Moderne 1. Fondo Busnelli, Fondo Malagoli e Fondo Rari, Pisa, Dedizioni, 2011

- Le Seicentine della Biblioteca di Lingue Letterature moderne 1. Fondi di Italiano: Busnelli, Malagoli e Rari, Fondo Rari di Francese e Fondo Rari di Spagnolo, Pisa, Dedizioni, 2013

La Biblioteca dal 2007 partecipa al catalogo nazionale delle Cinquencentine EDIT 16 (Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo): codice della Biblioteca: PI0320

Mostra di libri antichi

Nel 2013 si è tenuta una Mostra di libri antichi del XVI e XVII secolo a conclusione del Progetto del 2012 “Recupero e promozione del fondo librario antico della Biblioteca di Lingue e Letterature Moderne 1”, che ha permesso il restauro di una cinquantina di volumi della collezione

Sito del progetto

Al progetto è stato dedicato un sito che accoglie oltre alla mostra e alla Guida alla mostra le schede dei volumi, le digitalizzazioni, le foto dei restauri e altro materiale legato ai libri antichi della Biblioteca.
L’indirizzo è: http://lm1.sba.unipi.it/libriantichi

Fondo Malagoli

La biblioteca dei Malagoli, di Luigi (Pisa, 4 aprile 1902 – ivi, 17 dicembre 1972), docente di Lingua e letteratura italiana nell’Ateneo di Pisa negli anni '50 e '60, e del padre Giuseppe (Novellara, 28 settembre 1864 – Pisa, 9 ottobre 1947), noto saggista, poeta, insegnante, studioso di problemi linguistici, anch’egli docente di Storia della lingua italiana presso l’Ateneo, fu donata all’Università di Pisa dalla vedova di Luigi, Elvira Vignoli, alla morte di lei avvenuta nel 1979.

Il Fondo, consistente in circa 3000 volumi, comprende anche materiale antico, in parte proveniente dalla biblioteca di famiglia: una cinquantina di Cinquecentine (classici, letteratura italiana, religione, storia…), altrettanti esemplari del Seicento e quasi il doppio del Settecento. Il Fondo comprende anche alcune riviste (una trentina di titoli, alcune scomplete in lingua italiana, ma anche qualcuna in francese e in tedesco), prevalentemente di letteratura italiana, oltre a vari opuscoli, estratti, ritagli di cronaca locale sia di Luigi che del padre Giuseppe. Accanto ai classici della letteratura italiana, che fu oggetto di studio di entrambi, ma in particolare di Luigi, che si dedicò alla poesia italiana delle origini, e soprattutto a Dante, nella raccolta si trova una sezione di volumi ed estratti riguardanti la dialettologia e il vernacolo (in particolare reggiano e pisano, ma c’è una ricca varietà di dialetti italiani, in forma di dizionari, componimenti, ecc..., anche antichi).

Il Fondo Malagoli è in corso di catalogazione nel catalogo online di Ateneo con la collocazione Ita.Let.MALAGOLI. Le Cinquecentine, oltre che sul catalogo di Ateneo, sono state inserite anche nella banca dati nazionale EDIT 16 (codice della biblioteca: PI0320).

Biblioteca Silvio Pellegrini

Fondo librario di particolare valore storico-scientifico, formato da 2994 (monografie e periodici) e 2168 (estratti ed opuscoli).
Il materiale bibliografico, composto da numerosi studi di filologia spagnola, francese e galego-portoghese,  è stato completamente catalogato ed è presente nel catalogo online di Ateneo con la collocazione Fil.Let.Pellegrini.
Per una visione più approfondita vedi: Patrizia Lùperi, Fondi speciali nell'Università di Pisa: la bibloteca di Silvio Pellegrini, in "Culture del testo e del documento", n.13/2004, p. 127-142.

Fondo Giovanna Marroni

Donazione da parte degli eredi (2003) del fondo librario appartenuto alla prof.ssa Marroni, allieva di Silvio Pellegrini. Il Fondo, composto da libri, manuali ed estratti di filologia romanza, è stato completamente catalogato ed è quindi presente nel catalogo online di Ateneo con la collocazione Fil.Let. Marroni.
Per maggiori informazioni vedi P. Lùperi e A. Sciacca Banti, Memorie filologiche in alcuni Fondi storici dell'Università di Pisa, in "Culture del testo e del documento", n. 28/2009, p. 123-129.

Hai bisogno di aiuto? Chiedi in biblioteca